Liberty in letteratura

da una strana storia sull’aquirente alle carte nell’esistenza di una duchessa, in un problema di pulizia della grande casa del 1911.

Il suo abito era piuttosto imponente di qualsiasi altro altro. Non indico che non fosse un punteggio di credito alla sua hostess, tuttavia sembrava fare meno sforzarsi di impatto del nostro. Era di un raso morbido e aggrappato, nei toni del grigio più pallido. Tranne che la cima era cremosa con pizzo, sembrava non essere stato affatto “composto”. Tuttavia per un colletto per cani da compagnia di splendidi topazi gialli incastonati in argento, non ha usato gemme. Era sussurrato che la duchessa era patriottica nel suo guardaroba, così come quella che questa abito proveniva da Liberty a Londra; Dopo che il mio vicino saggio ha concluso, “Beh, se è libertà, mi fornisce la morte”. Comunque mi è piaciuto – il vestito, intendo. Era pronto per essere dimenticato. Era forse la percezione più forte che mi ha fatto su di me, che una persona non riusciva a ricordare il suo abito e il suo titolo nel fascino della donna stessa.

Lo stesso identico problema ha questa immagine in essa, che scopro molto, estremamente umoristico:

Etichette: google_book_search, liberty, riviste

Condividi questo:
Twitter.
Facebook

Come questo:
Come caricare …

Imparentato

Liberty in LiteratureRarch 19, 2010 con 13 commenti
Dove disegnare la lineajune 16, 2009 con 63 commenti
Paura della preoccupazione del failuremay 1, 2008

Similar Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *